EZIO PRIMO CASATI

 

Sono nato 61 anni fa a Paderno Dugnano, sono titolare assieme a mia moglie Daniela e a mio figlio Fabio di una piccola azienda metalmeccanica costituita da mio padre pochi giorni prima della mia nascita.

La politica è stata una delle grandi passioni della mia vita, ho cominciato giovanissimo nella mia città, Paderno Dugnano, come consigliere comunale nelle fila della Democrazia Cristiana nel 1985.

Sono stato tra i fondatori del Partito Popolare prima e poi della Margherita e nel 2008 sono stato eletto primo segretario Metropolitano del Partito Democratico a cui aderisco convintamente. Sono stato Sindaco della mia città dal 1995 al 2004 e poi assessore provinciale con delega alle politiche sociali, attività produttive e formazione professionale. Nel 2013 vengo eletto deputato del Partito Democratico.

PRENDERE A CUORE. Queste parole vogliono essere il denominatore comune del mio impegno. In questi anni, infatti, ho sostenuto fortemente leggi come il Dopo Di Noi, la legge sul Contrasto all’Autismo e la riforma del Terzo Settore; tutti provvedimenti che hanno messo al centro le fragilità. Sono inoltre promotore e primo firmatario della legge sulla Salute Mentale.

Ho PRESO A CUORE il territorio e l’ambiente, interessandomi del finanziamento delle metro tranvie Milano Seregno e Milano Limbiate, il prolungamento della linea 5 della metropolitana e delle mitigazioni della Rho-Monza.

Ho PRESO A CUORE i temi del lavoro e delle pensioni sostenendo Industria 4.0, il Jobs Act, la pensione anticipata per gli impieghi usuranti e i lavoratori precoci, APE Social, APE Volontaria e le otto salvaguardie per gli esodati uno degli effetti più dolorosi della Legge Fornero.
Legge che abbiamo rivisto ma che va ancora cambiata!

Se mi darete fiducia continuerò a PRENDERE A CUORE questo territorio rappresentandolo con orgoglio e lavorando per renderlo competitivo in Italia e nel mondo. Del resto questo è un territorio di persone che si “PRENDONO A CUORE”. Lo dimostra la ricchezza espressa delle associazioni presenti, il valore del lavoro e la laboriosità e l’innovazione delle imprese.

Se mi sosterrete mi impegnerò per il mondo dei pensionati ma altrettanto per le esigenze dei più giovani, garantendo a tutti, ma soprattutto a loro, la giusta retribuzione minima.

Io ci sono e corro, lo faccio per chi ha bisogno di politiche equilibrate e concrete e non di proclami. Io ci sono e corro, mi piacerebbe farlo con voi.

#prendereacuore.

Ezio Casati

IL 4 MARZO SI VOTA